Carne cruda: consigli per chi in estate non resiste alla carne!


Carne cruda: consigli per chi in estate non resiste alla carne!

Carne cruda: consigli per chi in estate non resiste alla carne!

Siamo nel pieno dell’estate, e con queste giornate calde soleggiate non mancano le fresche insalate sulla nostra tavola.

Ma la carne che fine ha fatto? per gli amanti della carne purtroppo non sentiamo molto nominare questa pietanza in estate.

Tuttavia, la carne cruda sembra essere molto più rinomata con la bella stagione: tartare e carpacci si prestano bene per chi non vuole rinunciare alla carne. Anzi, sembra essere un piatto fresco nutriente e gustoso.

Stiamo parlando però di carne cruda, perciò bisogna prestare maggiore attenzione per poterla consumare in assoluta sicurezza.

Carne cruda: a cosa prestare attenzione?

La carne cruda o poco cotta, può contenere microrganismi responsabili di infezioni alimentari, che possono provocare disturbi gastrointestinali gravi.

Fate attenzione soprattutto alle carni di maiale e di pollo, le più problematiche dal punto di vista igienico, per questo sono scongliate mangiate crude o poco cotte.

Nonostante questo però, il pollo può essere cotto e tagliato a striscioline nelle insalate, facendolo raffreddare, mentre per il  maiale vi consigliamo delle belle grigliate all’aria aperta.

Per la carne di bovino invece non vi sono problemi.

CARNE CRUDA: COME SCEGLIERE QUELLA BUONA

E’ essenziale che la carne acquistata sia di ottima qualità: la polpa del bovino deve essere di un bel rosso vivo, morbida e magra.

Per maggiore scrupolo si può far rimuovere dal pezzo tutta la parte esterna, la quale potrebbe essere entrata in contatto con eventuali contaminazioni.

I migliori tagli che si prestano per essere consumati come tartare o carpacci sono i pezzi magri della coscia come fesa, girello e noce, di carne frollata dai 20 ai 30 giorni, in modo da assicurare una carne asciutta, e già con sapore e profumo propri.

I vantaggi nutrizionali

Questo tipo di carne, dal punto di vista nutrizionale ha moltissimi vantaggi.

Il consumo di questa carne infatti mantiene tutti i nutrienti che cuocendo verrebbero invece persi, soprattutto con cotture troppo aggressive e prolungate.

Viene infatti preservata tutta l’acqua che la carne contiene, molto importante soprattutto in estate, quando è necessario bere molto.

La carne è ricca anche di sali minerali come ferro, magnesio, zinco, selenio e calcio che appunto verrebbero persi in fase di cottura.

Così anche per le vitamine, nutrienti più labili e i primi persi  con la cottura: con la carne cruda è possibile fare il pieno di vitamine, soprattutto quelle del gruppo B, tra cui la fondamentale B12.

Per mangiare carne cruda in estate, Al Postiglione vi consiglia:

Tartare alla francese

Ingredienti:carne cruda: come utilizzarla

  • 1 kg di filetto di manzo tritato
  • 4 filetti di acciuga
  • 4 cucchiai di senape
  • 20 g di capperi sotto sale
  • 2 scalogni
  • 16 gocce di salsa Worcester
  • 8 gocce di Tabasco
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 4 tuorli

Preparazione:

  •  Dissalate i capperi sciacquandoli abbondantemente sotto l’acqua corrente, strizzateli, asciugateli e tritateli finemente insieme ai filetti d’acciuga e agli scalogni.
  • Mettete la carne in una ciotolina insieme al trito preparato, aggiungete la senape, la salsa Worcester e il tabasco, salate, pepate e mescolate bene.
  • Con il composto preparato formate con le mani o con dei coppapasta dei mucchietti di carne, tanti quanto sono i commensali, e premete in modo da compattarli.
  • Servite immediatamente la tartare di manzo, accompagnata con il tuorlo d’uovo a parte.

Vieni ad assaggiare la specialità di carne del nostro Ristorante Al Postiglione, il filetto di manzo abbinato ai migliori vini rossi della nostra cantina e molto altro!

PRENOTA TAVOLO

C'è 1 comment

Aggiunti il tuo