Cucinare i funghi porcini: i trucchi per riconoscerli e non sbagliare!


Cucinare i funghi porcini: i trucchi per riconoscerli e non sbagliare!

Cucinare i funghi porcini: i trucchi per riconoscerli e non sbagliare!

Un sapore intenso e un profumo inconfondibile, ecco un ingrediente che possiamo trovare nelle nostre tavole soprattutto in autunno: i funghi porcini, la varietà più amata!

A renderli così popolari non è solo la loro bontà ma anche la loro versatilità in cucina: cucinarli è davvero divertente!

Possiamo preparare i funghi porcini in ogni proposta di cucina: dall’antipasto, al primo, al contorno, crudi, in padella oppure alla brace!

L’importante, per farlo al meglio è saper rispettare il prodotto e alcune regole che ora vi sveliamo!

Cucinare i funghi porcini: come riconoscere quelli freschi

La prima cosa da saper riconoscere è la freschezza dei funghi porcini, devono infatti essere freschissimi.

I funghi porcini freschi si riconoscono dal cappello sodo e dal gambo compatto. Ecco 4 cose a cui fare attenzione quando scegliamo i funghi porchini:

  • Fate attenzione e controllate che le “barbule”, ovvero i filamenti sotto il cappello siano bianche o di color verde chiarissimo;
  • Il gambo dev’essere tozzo e non devono esservi buchi, in genere segno di parassiti;
  • Il gambo dev’essere sodo, chiaro e non molliccio, senza nessun ammaccatura e senza macchie scure;
  • Il cappello del fungo dev’essere carnoso, integro e dal bel colore marrone.

Dovete sapere che, se i funghi porcini hanno più di tre giorni di vita, non avranno queste caratteristiche!

Cucinare i funghi porcini: come pulirli in modo corretto

Dopo averli raccolti, i funghi porcini non subiscono nessun tipo di trattamento, perciò, prima di capire come fare per cucinarli ecco come pulirli molto bene a casa:

  1. Con un coltellino affilato, possibilmente a lama liscia, eliminate la terra sul gambo, raschiandolo con estrema delicatezza;
  2. Dopo che il fungo sarà abbastanza pulito, eliminate i residui di terra sul cappello con un pennello o con un panno di cotone;
  3. Delicatamente, separate il cappello dal gambo;
  4. Se il fungo è ancora molto sporco, passatelo velocemente sotto un getto di acqua corrente molto fredda (ma solo se siete costretti);
  5. Asciugate il  fungo con un panno, in modo che non rimanga nessun residuo di acqua o terra.

Cucinare i funghi porcini: come tagliarli

Il taglio cambia a seconda del tipo di preparazione: se per esempio dovete utilizzare i funghi porcini come condimenti per un primo piatto, una buona regola è tagliarli ad uno spessore di circa 0,5 cm.

Se  invece preferite mangiarli da soli, come secondo o come contorno, lo spessore adatto è di circa 1,5 cm.

Ricordatevi anche che i gambi devono sempre essere tagliati per lungo.

A questo punto i funghi porcini saranno pronti per essere cucinati.

4 consigli per cucinare i funghi porcini

Adesso che i funghi porcini sono perfettamente puliti, potete iniziare a pensare come cucinarli. In questo modo utilizzerete sia il gambo che la testa. Ecco 4 consigli utili per cucinare i funghi porcini:

  • Cucinare la testa preferibilmente intera in modo da trattenere al meglio i succhi;
  • Per un ottimo risultato, è fondamentale la temperatura dell’olio: dev’essere abbastanza caldo per consentire al fungo di non disperde i succhi;
  • Il colore del fungo non deve “scaricarsi” nel tegame ma nel piatto oppure in bocca;
  • Dopo che il fungo si è “saldato” e non si rischia di disperdere i suoi succhi, si può tranquillamente aggiungere acqua alla cottura.

CUCINARE I FUNGHI PORCINI: GLI ABBINAMENTI DA NON PERDERE

I funghi porcini si abbinano molto bene ai sapori dolci e salati, perfetti con la carne, il pesce, le verdure e i legumi.

Da crudi sono gustosi e delicati, soprattutto insieme ad altre verdure in insalata.

Come primi piatti troviamo il classico risotto funghi e salsiccia, le fetuccine, fino ad arrivare a preparazioni come le lasagne ai funghi porcini e zucca.

I FUNGHI PORCINI AL RISTORANTE AL POSTIGLIONE

Venerdì 26 ottobre, Ristorante Al Postiglione vi propone una serata all’insegna dei profumi d’autunno con protagonista l’unico e inimitabile fungo porcino, ma non solo…:

Polenta morbida con funghi porcini grana e soppressa

Pappardelle ai porcini

Arrosto stufato ai porcini

Patate al forno e fagioli

Latte alla portoghese ai frutti di bosco

Acqua, Vino e caffè inclusi.

Costo della serata: 25€

E’ richiesta la prenotazione:

PRENOTA TAVOLO

C'è 1 comment

Aggiunti il tuo